Racconti di Sesso

I Racconti di Sesso più sensuali del loro genere, aggiornamenti costanti, disponibili in esclusiva sul sito ad opera degli Iscritti.

Trovati: 50 - Pagina 3 di 51 2 3 4 5

Io e mia sorella
Autore: Maurizio37 - 05/03/2013
Sono paolo, ho 39 anni e lei 36 ani. siamo sempre stati ottimi fratelli, e diciamo anche che lei, ha fatto spesso parte dei miei sogni erotici, e mi sono spessissimo masturbato pensando a lei. si devo confessare che mi eccitava veramete tanto. e' alta 1.70 mora capelli lunghi, occhi marroni, una 3a seno, e due gambe meravigliose. ho passato moltissimo tempo, da piccoli a spiarla e masturbarmi, si lei e' sempre stato, il mio sogno proebito. l'unico problema era che, non sapevo come fare a dirgli, che volevo fare l'amore co lei. fino a quando un giorno, tutto accadde da se, per gioco. fuori diluviava, ed eravamo entrambi sdraiati sul divano, gli feci un complimento sulle sue gambe, e lei disse: oggi sono stata a depilarle senti come sono lisce, gli accarezzai il polpaccio e salii fino a meta' coscia, di colpo mi venne caldo, la sotto si alzo immediatamente tutto, si mi venne un erezione meravigliosa. e sene accorse ache lei, mi guardo ridendo e mi disse: vedo che...

La zia è sempre la zia
08/02/2013
Io ho 21 anni e abito con mia zia che ha 45 anni bel culo una terza di seno e simpatica da parecchi mesi, i miei zii si sono separati 10 anni fa, loro hanno 3 figli 2 femmine e un maschio tutti e 3 sono però ad abitare x conto loro; è quasi un anno che abito con lei e più di qualche volta volevo spiarla mentre si lavava ma ho lasciato stare sempre. Mia zia lavora di pomeriggio fino alla sera tardi, io una mattina sono rientrato prima perché non avevo tanto da lavorare, e rientrando vidi la macchina di mia zia per cui sapevo che era in casa, io entro tranquillamente e sentii uno strano rumore come di vibrazione, allora andai a vedere, e arrivai davanti alla camera di mia zia e la porta era aperta, io guardai e c'era mia zia nuda completamente, chinata in avanti che stava spompinando un cazzo finto che era sopra la sua scrivania, e con una mano si infilava un vibratore a forma di cazzo, prima nel culo e poi nella figa. Io mi nascosi dietro all'angolo e rimasi ad osservarla per un pò poi...

La migliore amante
Autore: Godere - 26/01/2013
I miei amici, al bar, oltre a parlare di sport, come al solito fanno cadere il discorso sulle donne, anzi sulle amanti che cambiano e scambiano come figurine di un album. Magari esagerano anche, ma conoscendoli da un po di anni, c è da crederci alle loro avventure. Interpellato sulle mie, devio il discorso, non perché non mi va di cianciare dei fatti miei, ma per la semplice ragione che io di amanti non ne ho e potrei averne quante ne voglio, soltanto che mi basta quella che ho. E non glielo vado mica a dire chi è o, forse, un bel giorno glielo dirò, così sono sicuro che schiatteranno d invidia, perché sì un amante può attizzare il fuoco per un po di mesi e poi spegnersi tristemente, ma la mia è sempre presente e altamente disponibile. E sapete chi è, almeno voi che prestate attenzione a queste notarelle? Ma la mia consorte, mia moglie, my wife, insomma! Poveraccio, penserete: e ti contenti? Sei proprio un fallito, allora, a pappare sempre nella stessa greppia. Cazzo se mi contento1...

Quando il caso ci mette lo zampino
Autore: Marcoduro90 - 09/12/2012
Quel giorno ero rimasto solo in casa poichè tutti, per lavoro, università e commisioni verie, erano usciti e sarebbero rientrati solo per cena. Io invece non avevo nulla da afre, a parte rilassarmi e godermi la piacevole aria di inzio primavera, corredata da un Sole leggero ma abbastanza caldo. Passai un pò di tempo a guardare la televisione, leggendo un pò di televideo, poi decisi di andare al pc per navigare un pò in internet. Accesi il computer e mi collegai, cominciando a navigare tra siti sportivi vari. Non avevo rapporti sessuali da qualche giorno, e l'eccitazione cominciò ben presto a farsi sentire, portandomi a concentrare la mia attenzione su immagini di donne nude o quasi nude o alla lettura di alcuni racconti erotici. Uno di questi era davvero molto molto eccitante, e oltre a catturare la mia attenzione mi provocò una grande erezione. Ero solo in casa, nessuno sarebbe arrivato prima di sera e mi sentivo finalemnte libero, così decisi di spogliarmi del tutto, togliendomi il...

Chi lo avrebbe mai detto?!?!
Autore: Ladysmile - 14/11/2012
Salve caro lettore! È la prima volta che scrivo e vorrei raccontare una cosa che mi è accaduta qualche mese fa!una notte non riuscivo a prendere sonno e stavo navigando in internet tra Facebook e Twitter quando decido di guardare un po' di tv! Facendo zapping tra un canale e l'altro mi sono trovata sul classico canale di donne che si spogliano e che ti permettono di chiamare e di fare del sesso telefonico! C'era una ragazza sulla ventina, bionda, formosa e con un sedere da invidia che mangiava un gelato e piano piano si toglieva il top che lasciava molto spazio all'immaginazione, con due seni belli sodi e due capezzoli belli turgidi!la ragazza si passava il gelato sui capezzoli e poi se li leccava!(premetto che sono etero e mi piacciono molto i ragazzi!) alla vista di quella scena mi sono sentita come travolgere da un turbine di emozioni e mi sono bagnata!lì per lì non ho dato molta importanza e sono andata a dormire!l'indomani sono andata a lavorare e continuavo a pensare a quella...

L'enologa
Autore: Godere - 10/11/2012
Mrs S. controllò sulla mappa la strada per arrivare all azienda vinicola di B. Riuscì a localizzarla, riprese la marcia, percorse un altro paio di chilometri ed affrontò un viottolo sterrato, maledicendo la strada sconnessa per i sobbalzi a cui era sottoposta la sua auto. La redazione della rivista per la quale lavorava gli aveva affidato la redazione d una pagina enologica e il suo lavoro consisteva, principalmente, di andare in giro per la regione, visitare cantine, aziende, vigneti per poi stilare una classifica dei posti migliori dove si potevano acquistare i vini più gustosi. Era, infatti, una provetta enologa ed una stimata sommelier ed amava la sua attività, l aria aperta, la campagna, i bifolchi, come li definiva, basta che fossero simpatici ed avessero buone qualità. Finalmente arrivò a destinazione, spaventò un po di galline che razzolavano nell aia e parcheggiò. Scese dall auto, armata dei suoi strumenti di lavoro: taccuino, fotocamera, mestolino appeso al collo per...

Fantastic woman
Autore: Godere - 30/09/2012
Tra la posta del mattino il sig. K. Ricevette un biglietto in carta vergatina celeste che recava scritto, con una elegantissima grafia in corsivo, il seguente invito: Siamo lieti di averla come nostro ospite ad una serata danzante che si terrà in casa di mademoiselle W. stasera alle 21 . Per un istante K. Rimase perplesso, poi rilesse il nome e al nome associò subito l immagine della donna forse più bella che aveva conosciuto quell anno. Una donna così seducente da mettere in ginocchio l intera città, una pelle diafana, quasi trasparente, perlacea. Un corpo ben proporzionato, fianchi sottili, un seno piccolo ma sodo di sicuro che s intuiva sotto gli abiti attillati, un ovale stupendo, capelli biondi, occhi di diverso colore e per questo più accattivanti, una gola bianca, delle labbra d un rosso rubino che spiccavano nel candore del viso. A sentir le chiacchiere ed i pettegolezzi nessuno l aveva mai vista in compagnia di un uomo, né si sapeva se fosse sposata o separata. Una donna...

I like mature
Autore: Godere - 18/09/2012
Avrei potuto intitolare queste note con un famoso e classico proverbio: Gallina vecchia fa buon brodo . Mai detto fu così vero! Effettivamente le mature danno colpi alle pivelline che se te la danno, facendo le moderne, poi ti piantano un sacco di storie e magari ti rompono la testa con tutte le storie sull amore e sull innamoramento. Mi piacciono le mature e parecchio anche. Sono tutte quelle donne single, vedove, stanche del loro matrimonio, in cerca di avventure e di emozioni, nel tentativo di giocarsi le ultime cartucce, prima della normalissima decadenza. Me la fa preferire il loro essere disinibite, la loro esperienza, il desiderio di provare il sesso in tutte le sue forme. Libere da preoccupazioni amorose e di gravidanze, se la godono come hanno sempre sognato e non hanno potuto, sottoposte a certe convenzioni sociali. Ne ho conosciute ( e naturalmente sperimentate) un bel po . Qualcuna, forse, si affeziona anche, ma di solito non accade. Loro vogliono solo fottere e tanto! E...

Il giovane amante
Autore: Godere - 24/08/2012
Si guardò allo specchio. Nuda. Erano le 17 e tra poco sarebbe arrivato il suo giovane amante. Il suo corpo, nonostante l età, faceva ancora il suo effetto: abbastanza sodo, pelle chiaro, seni ancora sostenuti. Solo il viso era un autentico disastro: guance avvizzite e cascanti, una ragnatela di rughe. Per quanto sforzi facesse e denaro spendesse, non era riuscita a migliorare quel suo viso da vecchia. I suoi 67 anni, in questo modo, si leggevano tutti, belli netti. Per questa ragione i suoi amanti, puntualmente giovani, doveva pagarseli e bene, per quella sua insana voglia di sesso che non l abbandonava mai, per quella brama di desiderare ogni specie di rapporto, da vivere liberamente e selvaggiamente. In fondo era anche una puttana, una battona anziana e su questo non c erano possibilità di esprimere giudizi diversi. Tranne che con il suo ultimo e giovane amante. Questi, fina dai primi incontri, non aveva voluto un soldo. Sì, le aveva dato la sensazione che fosse ancora ingenuo, però...

La mamma
Autore: Godere - 14/08/2012
Incontrava quasi ogni giorno la mamma, sua vicina di casa, spingere il passeggino col suo bel frugolino biondo. La mamma era una donna grossa, d una quarantina d anni e più, dalle tette enormi, larghe come gonfioni, sedere idem, anche il viso, non bello, aveva tratti marcati, incorniciati da una chioma lunga e nera come il bitume. Vestiva preferibilmente di scuro, quasi sempre con camicette di tutte le tonalità di nero e minigonne nere, viole che mostravano delle gambotte piene e corte. Lui era stato trasferito da poco per lavoro in quella città e aveva preso in affitto l appartamentino sovrastante quello della mammina. Gli risultava che il marito della signora si allontanasse spesso per lavoro, per cui la donna, col suo unico figlio, rimaneva per lunghi periodi da sola. Una mattina la incrociò nuovamente sui suoi passi. S era fermata, davanti a lui, a un 5 metri di distanza, per dare una sistematica al bambino nel carrozzino e gli mostrava le spalle, anzi il culo. E successe che,...

Trovati: 50 - Pagina 3 di 51 2 3 4 5

Stat