Racconti erotici

I Racconti Erotici più eccitanti che ci siano, assolutamente inediti perché scritti direttamente dagli Iscritti al sito.

Scrivi e pubblica un tuo
Racconto Erotico inedito! E' GRATIS!

Trovati: 50 - Pagina 1 di 51 2 3 4 5

Scopata a lavoro!!!
Autore: Claud89k - 23/05/2016
Come ogni turno di notte inizio a lavorare alle 21, con due infermiere di cui una era nuova e il mio responsabile mi aveva detto che le dovevo far fare affiancamento. Ci presentiamo e inizio a farle vedere la struttura come è organizzata e cosa si fa. Durante tutto ciò noto che lei mi guarda con dolcezza e resta sempre vicino a me, pian piano iniziamo a conoscerci. Dopo aver fatto tutto, c mettiamo in medicheria a rilassarci un po lei seduta su una sedia e io accanto a lei. Nel pieno della notte, nel silenzio più profondo, inizia a dirmi mi fai i grattini? E io si ok, mi avvicinai di più a lei e inziai a toccarle i capelli il collo mentre mi avvicino sempre di più verso il suo viso poggiato sulla scrivania. A quel punto il mio cazzo già era in erezione e iniziai a darle dei bacetti sulla guancia e lei subito si gira verso di me e mi bacia. Continuiamo a baciarci subito con la lingua dopo un po le mie mani erano subito sul suo seno e sentivo che le piaceva, a questo punto una mano la...

La badante cinquantenne
Autore: Godere - 16/04/2016
Un pomeriggio d'estate mi recai a far visita ad una mia zia invalida, invitato a pranzo. La sua badante era una donna sulla cinquantina, solida, disponibile e allegra. Il pranzo fu squisito e la zia mi sembro' soddisfatta. Arrivo' il momento del riposo e le due donne si ritirarono. Io mi attardai a fumare sul terrazino, godenfomi il bel sole e l'aris mite. Poi rientrai per andare in bagno. Attraversando il corridoio, notai una porta semispalancata. Sbirciai all'interno della stanza e, nel chiarore soffuso della finestra di fronte, scorsi sul letto una figura semisvestita. Aguzzai meglio lo sguardo e riconobbi la badante. Era riversa bocconi, la parte inferiore del corpo, dalla schiena in giu', nuda o quantomeno distrattamente coperta. La donna era girata sul fianco destro in direzione della finestra, la gamba destra stesa e la sinistra piegata ad angolo. La natica destra, bianca, era nuda e l'altra appena coperta dal lembo del lenzuolo. Si vedeva il solco del culo che in...

Voglia di scopare
Autore: Crocodile - 17/11/2015
Luglio, caldo afoso e... voglia di figa!!! Così decido di chiamare le nipotine 22enni (gemelle depilate come piace a me) vogliose di cazzo, Amanda, bionda, terza piena di tette, culo e figa disponibili, e Giulia, rossa naturale (sopra e sotto) quarta di seno esplosivo, anche lei culo e figa disponibilissimi. Alla mia telefonata, sono stra entusiaste, ma mi dicono che non sono sole, che una loro "amica" (Vanessa) è con loro, che io conosco molto bene per essere una trans (con 22 cm di cazzo sempre duro) che ho inculato spesso e lei mi ha fatto succulenti pompini con ingoio. Tempo 15 minuti sono tutte e 3 a casa mia, accogliente e fresca, e sono tutte "strafighe" nelle loro mini inguinali e t-shirt senza reggiseni sotto. Al loro arrivo iniziamo a slinguarci in bocca tutti assieme, non vi dico dove arrivavano i miei 25 cm di cazzo straduro, che tutte e tre si contendevano a turno. Finalmente trovo un buco dove piazzare la mia super minchia, e si infila nella figona depilata di...

Scopare con una di colore e le nipotine
Autore: Crocodile - 03/07/2015
Cazzo che caldo!!! Ho una gran voglia di scopare ma non voglio pagare un centesimo per ciò, quindi me ne sto sul divano a trastullarmi imiei 25 cm di cazzo ben duro. Poi mi squilla il cellulare, una delle mie nipoti mi dice che sta venendo a trovarmi con l'altra mia nipote (sua cugina ovviamente) di ritorno da uno shopping sfrenato. Sono contento di ciò, dato che mi è già capitato di farmi spompinare (senza che una sapesse dell'altra) con gustoso godimento, ma oltre ciò niente. Marisa 25 anni e Giannina 26, sono due belle fighette, che fanno voltare la testa quando sono in strada, la prima mora, alta 1,60, 50 Kg con una 3^ di seno, la seconda bionda 1,70. 55 Kg ed un seno quasi una 4^. Arrivano e suonano il citofono, apro e salgono, guarda caso insieme alla vicina (Kylia, camerunense, 1,50, 50 Kg scarsi con due labbra da pompinara ed una 5^ di sena esplosivo) ed io vado ad aprire in boxer senza preoccuparmi troppo. Dopo che sono entrate, offro loro da bere qualcosa di fresco,...

Glory hole
Autore: Godere - 29/01/2015
Le due ragazze erano ferme davanti alla porta del bagno femminile. La prima, che si chiamava Lisa, disse alla sua amica Debora:" Ti ho spiegato bene tutto, questo e' l'unico bagno che comunica con l'altro maschile ed e' quello che ha il buco. Tu non parlare mai e gestisci la cosa come desideri: vedrai ti puacera'". Debora entro nello stambugio e chiuse la porta. Alla sua destra la parete azzurrina, ricoperta di scritte oscene, all'altezza piu' o meno dei suoi slip aveva un foro. Per istinto la ragazza era portata ad abbassarsi e sbirciare, ma ricordo la raccomandazione di Lisa di non farlo. Le sembro' poi di sentire un movimento dall'altra parte. Busso, lievemente due volte alla parete, ed attese. Dopo qualche minuto vide fuoriuscire dal foro dapprima un glande tutto paonazzo e poi tutto il pene che, incastrato tra I lembi dell'apertura, si manteneva dritto e rigido. Debora, a vederlo, provo' un brivido. Si libero' della maglietta e del reggiseno e rimase a petto scoperto. Le sue...

Lesbiche fantasie di due amiche
Autore: Godere - 08/10/2014
Eleonora e Teresa s'incontravano ogni giorno verso le sei del pomeriggio per raccontarsi, a vicenda, le loro infelicità coniugali. Si lamentavano, infatti, del calo delle prestazioni sessuali dei loro rispettivi coniugi, mentre il loro desiderio di fottere si faceva sempre più forte. Certo potevano trovarsi un amante che le soddisfasse, ma non ne avevano il coraggio, erano schifosamente fedeli e magari i loro magari andavano a ficcare bellamente di qua e di là. Se lo scoprissi disse Eleonora- non saprei che cosa sarei capace di fare! Io non so come la prenderei, non sono così forte rispose Teresa. E giù un bel sospirone, accompagnato da una sorsata di tè col biscottino di turno. Io so che tu hai voglia continuò Eleonora- ma come fai? Non faccio niente soggiunse Teresa E tu? Ah, senti, se io non mi tocco , no n ce la faccio a resistere. Anzi faccio di più: chiavo Come, come? Hai capito benissimo: copulo, scopo, fotto, in quanti modi lo devo dire? Sì, ma come...

La turista teutonica
Autore: Godere - 12/08/2014
Il mese scorso scese alla pensione A. una tedescona matura, poco più che sessantenne, tronfia e pettoruta del successo ottenuto ai recenti campionati del mondo di calcio dalla sua nazionale, per trascorrere la classica vacanza di due settimane. Era da sola. Il primo giorno che scese in spiaggia destò subito l'attenzione dei altri bagnanti, perché si liberò del pezzo di sopra, esponendo al sole le sue zinne, non troppo sode, anche se abbondanti. Io, che per natura amo correre la cavallina con le mature, come spesso ho raccontato qui, non persi tempo ad interessarmi a lei, sperando di raccogliere qualcosa i più. Iniziai, quindi, a gironzolarle intorno, attaccai bottone -lei parlava un discreto italiano anche se indurito dalla pronuncia teutonica-, cosa che lei accettò di buon grado. Insomma, nel giro di due giorni, diventammo abbastanza amici ed nettammo in confidenza, cosa che m'incoraggiò a proporle una gita in barca, cosa che la entusiasmò, tenendoci a conoscere luoghi un po' diversi...

La guida turistica
Autore: Godere - 13/06/2014
Conobbi Anna, conservatrice dei beni culturali e accompagnatrice turistica, proprio durante un tour d'arte nella mia città. 57 anni come scoprii più avanti, non era niente male, belle tette sode e sostenute, fianchi un po' grossi , ma, tutto sommato, accettabile. Fui colpito dalla sua simpatica e dal modo, disinvolto, di porgere gli argomenti, Con questa storia voglio ricordarla, perché è la sola donna che mi abbia coinvolto dal punto di vista sentimentale, oltre che da quello erotico. Durante le visite, amavo scattare foto dei principali monumenti e, una volta, le feci uno scatto. La avvicinai e le chiesi come potevo darle la foto. Mi allungò un biglietto da visita, scritto in un corsivo elegante e nitido, con l'indirizzo e-mail. Mi affrettai a d inviarle la foto e, da quale momento, inizio fra di noi uno scambio di corrispondenza, tutto basato sulla correttezza. Cercai anche di aiutarla nel suo lavoro di ricerca, indicandole alcuni siti da consultare ed alcune pagine di libri da...

La passante
Autore: Godere - 26/05/2014
Me ne andavo per le strade pensando ai casi miei, allorché, giunto in piazza, mi sento urtare il braccio destro. Istintivamente mi ritraggo: oggi come oggi si sta sul chi vive, lo sapete! Mi passa accanto una ragazza grassoccia che, nella fretta del passo, mi ha toccato. Prosegue la sua marcia, senza neppure voltarsi e chiedere scusa. La vedo allontanarsi rapidamente tra la folla e no ci faccio più caso. Cammino lentamente, ho un po' di tempo a disposizione, prima di rituffarmi nella giostra routinaria. Mi godo la bella giornata di sole. Guardo qualche bella ragazza che lo merita. E' primavera inoltrata e i loro vestitini cominciano ad essere leggeri e semitrasparenti. Dopo qualche minuto, la ragazza di prima me la vedo venire incontro. Mi ripassa davanti, ma senza urtarmi stavolta. Continuo. Per la seconda volta mi sorpassa sul lato destro e e avanza nella mia direzione. Strano mi dico. L'osservo meglio da dietro. Indossa un paio di leggins chiari e un maglietta. A tracolla, sul...

Il tavolo con la tovagli rosa
Autore: Godere - 12/05/2014
Questa ha per protagonisti un tavolo e una signora bene che gode di grande rispetto nel quartiere per la sua signorilità ed eleganza: buona madre e moglie, perfetta padrona di casa, ma, detto tra noi, una troiona di quelle! E' ancora una bella donna con due grosse tette che adora mettere in mostra con i suoi abitini costosissimi ed aderenti quanto basta e un culo poderoso. M'aveva preso in simpatia, ma io desideravo qualcosa in più che una semplice affinità e glielo facevo capire, ma lei nicchiava sempre, ci teneva a mantenere il suo aplomb anche con me che, invece, l'avevo inquadrata bene, perché si notava, bene, guardandole attentamente gli occhi, che era una chiavatona da primato mondiale. Quindi, almeno su una cosa, c'eravamo intesi e allora perché faceva tanto la ritrosa. Ma perché è anche sentimentale, vuole essere corteggiata, circuita, magari ricevere anche un fiore e un complimento per la sua bella casa, per il servizio da tea, per l'inappuntabilità nel ricevere ospiti. Ebbene...

Trovati: 50 - Pagina 1 di 51 2 3 4 5

Stat